Home Ugo Pagnozzi
17 | 01 | 2019
Ugo Pagnozzi

Attore

Ha frequentato in giovane età diversi laboratori teatrali organizzati da diverse associazione culturali, tra cui il più prestigioso tenuto da un'allieva dell'Accademia Sharoff di Roma. Nel 1987, con la compagnia "Porte aperte", è stato un interprete delle commedie "Non tutti i ladri vengono per nuocere" di Dario Fò e "Taxi a due piazze" di Cooney e Chapman. Nel 1988, presso il Teatro dei Satiri di Roma ha lavorato con la compagnia "La Combriccola" in "Filumena Marturano" e in "Uomo e galantuomo" di Eduardo de Filippo. Sempre al Teatro dei Satiri, nel 1990 con la propria compagnia "Lavori in Corso" ha messo in scena "Sarà stato Beniamino" di Paola Riccora. Nel 1992 al Teatro delle Muse di Roma rappresenta la commedia "Cuori smarriti" di Cristina Pernazza e "Spirito allegro" di Noel Coward. Nel 1993 interpreta al Teatro delle Muse alcune perle cabarettistiche di Ettore Petrolini: "Gastone", "Nerone" e "Il medico per forza". Sempre nel 1993 ha curato la regia di "Forza venite gente" presso il Teatro del SS. Redentore di Roma e il Teatro Municipale di Piacenza. Nel 1999 riprende l'attività teatrale con la compagnia "Punto e virgola" in "Non aprite lo stipetto" di Pernazza e Mellucci. Dal 2000 interpreta di nuovo "Spirito allegro" e partecipa allo spettacolo "Il teatro... questo sconosciuto". Dal 2001 al 2002 partecipa allo spettacolo "I Sette Re di Roma" di Luigi Magni al Teatro del SS. Redentore di Roma, al Teatro di Bassano del Grappa, e partecipa all'iniziativa benefica di Telethon. Nel 2003 è Peron nello spettacolo musicale "Primadonna" al Teatro Sette di Roma con la compagnia "Lo Spettacolo Continua". Nel 2004 con la compagnia "Soli per caso" è andato in scena al Teatro dei Cocci di Roma con la commedia "Non aprite quell'armadio" di Corrado Petrucco.